Skip to content
Logo Skeepers
Open mobile menu button
6 best pratice per l’influencer marketing per il 2022 

6 best pratice per l’influencer marketing per il 2022 

Juanita Solano 24 February 2022

I social network sono il canale dell’influencer marketing. In aggiunta alla possibilità di interagire con le persone, permettono agli utenti di scoprire nuovi brand e prodotti in un modo completamente nuovo. Proprio qui entra in gioco l’influencer marketing. La sua strategia, basata sul potere di influencer riconosciuti come eccellenti opinion leader, è ideale per aumentare le vendite e migliorare la brand awareness.

SKEEPERS Influencer Marketing permette di ottimizzare la strategia marketing grazie a 6 best practice!

Quali strategie adottare per fare influencer marketing nel 2022?

1. Crea un programma ambassador per gli influencer

La domanda del pubblico cresce via via di più e i consumatori preferiscono acquistare dai brand che sentono vicini. È qui che gli influencer giocano un ruolo chiave: agiscono come il filtro tra i due. In generale, il 92% dei consumatori si fida del parere degli influencer.

L’Advocacy Marketing, l’utilizzo dei brand ambassador per comunicare sui social network, è un trend cresciuto molto nel 2021 e sta diventando sempre più importante per le brand strategy del 2022. Gli influencer, in quanto opinion leader, sono un asset di valore per i programmi ambassador.

Ecco, quindi, qualche consiglio per trasformare gli influencer in ambassador:

  • Trova i giusti profili, quelli che condividono gli stessi valori e le stesse passioni del tuo brand. Sulla nostra piattaforma potrai avere accesso allo Smart Matching che ti aiuterà a trovare gli influencer migliori per qualsiasi campagna.
  • Scegli gli influencer con cui sei abituato a lavorare. Saranno in grado di promuovere il tuo prodotto con più accuratezza ed entusiasmo essendo fedeli al brand.
influencer marketing foto

2. Sfrutta le recensioni aumentate: il video al servizio dei programmi di Advocacy

È acclarato che i consumatori siano i tuoi advocate più potenti. Una volta stabilito un legame con loro, dovrai convincerli a lasciare una recensione sui prodotti, essendo loro stessi in grado di influenzare altri utenti. Non per niente, il 70% degli utenti online ha dichiarato di leggere da una a sei recensioni clienti prima di effettuare un acquisto. Le recensioni clienti, di solito, si presentano in forma testuale su Google o sulle pagine prodotto, ma non solo! Le recensioni aumentate vanno oltre la forma “classica” e includono anche il video.

Nel 2021, i video sono stati molto popolari tra il pubblico. Si tratta anche di un canale privilegiato su cui collaborare con gli influencer che amano creare contenuti dinamici: Reels, video di TikTok o live. Per aiutarti, in SKEEPERS è presente anche la soluzione User Generated Videos, una piattaforma all-in-one per la creazione di contenuti video generati dagli utenti. La loro implementazione ti permetterà di:

  • Aumentare il conversion rate.
  • Migliorare la SEO.
  • Migliorare la reputazione online.
UGC su Instagram

3. Riutilizza gli UGC di clienti e influencer

Una volta ottenuti gli UGC, che siano prodotti da influencer o con recensioni clienti, il passo successivo è arricchire i contenuti.

Esistono varie possibilità:

  • Puoi integrare le immagini e i video degli influencer alle tue pagine prodotto per mettere in evidenza i prodotti.
  • Puoi creare un account sui social media dedicato agli UGC, come ha fatto Dior con il suo account Instagram DiorBeautyLovers.
  • Puoi riutilizzare i video degli influencer per le tue campagne di advertisement, come Garnier ha fatto per la sua gamma Fructis Hair Food.

È importante sottolineare che nano e micro influencer sono in grado di produrre contenuti di qualità, come si vede sull’account di Dior, pur senza avere milioni di follower.

dior influencer marketing

4. Cura i contenuti

La content curation segue i principi del digital monitoring. L’obiettivo è di essere sempre informato sugli ultimi trend dei social, spesso molto rapidi, e sviluppare le proprie competenze; in più, si tratta di trovare potenziali influencer con i quali collaborare. Per riuscirci, potresti creare un account, TikTok sarebbe un’ottima scelta, seguire il tuo brand e scoprire l’universo che vi ruota attorno tramite tutti gli hashtag correlati. Per fare content curation per un brand di beauty, ad esempio, i giusti hashtag sarebbero: #beauty, #tutorial, #makeup…

5. Organizza eventi online e offline

Gli eventi online

Che tu sia un brand B2B o B2C, sarai sicuramente preoccupato per l’implementazione di eventi online, un fenomeno accelerato dalla crisi sanitaria globale. In questa tipologia di eventi possiamo trovare le sfilate dei brand luxury trasmesse sui social delle relative Maison, le live Q&A, ma anche il live shopping.

Eccoti alcuni consigli pratici per organizzare gli eventi online con influencer:

  • Sottoponi delle survey alle community di influencer, chiedendo loro cosa vorrebbero vedere durante l’evento (che tipo di prodotti, ecc.).
  • Prepara una comunicazione con gli influencer per assicurarti che la loro community non si perda l’evento.
  • Scegli il social giusto in base al target! La scelta è ampia: LinkedIn per un brand B2B, TikTok per contenuti più informali e un target giovane, ecc.
  • Condividi una parte del backstage dell’evento per rendere più autentico il tutto.

Gli eventi offline di influencer marketing

Invitando influencer ai tuoi workshop ed eventi, migliorerai la tua relazione brand-influencer. Come ha fatto il brand del food francese Michel et Augustin, che lo scorso dicembre ha organizzato una lezione per imparare a preparare la mousse al cioccolato con i suoi prodotti per l’inaugurazione della sua nuova sede vicino a Parigi. In questa occasione, ogni influencer invitato potrebbe essere accompagnato da una persona, un’ottima idea per sviluppare la sua brand awareness e umanizzare l’operazione!

6. Impara le normative riguardo l’influencer marketing

L’influencer marketing è diventato sempre più importante nelle strategie dei brand e sui social network, per questo motivo si è reso necessario regolamentarlo. In base al Paese in cui vuoi operare, potrebbero esserci leggi differenti. Assicurati, quindi, di conoscere alla perfezione l’argomento e non esitare a pretendere determinati standard nei tuoi brief, come:

  • Ricordare all’influencer di menzionare esplicitamente (a voce o per iscritto) la partnership.
  • Ricordare di evidenziare quando si tratta di una collaborazione a pagamento.

A loro volta, i social network stanno inquadrando gli influencer sempre di più, consentendo vere collaborazioni in piena legalità. Pinterest, ad esempio, ha lanciato il suo “Creator Code” con l’obiettivo di preservare la positività presente sulla piattaforma.

Ecco, dunque, 6 best practice da seguire quando si parla di recensioni clienti e influencer che riusciranno sicuramente a ottimizzare la tua strategia marketing!

Per il 2022, SKEEPERS con la sua piattaforma Influencer Marketing ti aiuterà per tutte le tue campagne!

Scopri le nostre Soluzioni
This site is registered on wpml.org as a development site.