Skip to content
Logo Skeepers
Open mobile menu button
Brand del settore beauty: come scegliere il giusto social media?

Brand del settore beauty: come scegliere il giusto social media?

Juanita Solano 2 February 2022

Oggi più che mai, con l’enorme quantità di contenuti che vengono condivisi sul web, abbiamo bisogno di scegliere attentamente quale social media utilizzare per le nostre strategie di influencer marketing. La scelta può essere fatta in base al settore, alle necessità, agli obiettivi e ai target del brand o della campagna…

All’interno di questo articolo, ci concentreremo sul settore beauty. La nostra società si basa molto sull’apparenza e sull’estetica: per mantenersi in linea con questi standard e produrre contenuti di qualità all’interno dei giusti spazi, abbiamo bisogno di selezionare i migliori influencer e social media per le nostre strategie di influencer marketing.

Quello dei micro influencer è un trend sempre più rilevante all’interno dell’influencer marketing, visto che hanno un rapporto molto stretto con i follower e riescono a influenzare la propria community. La relazione tra content creator e community è basata su un meccanismo di trasparenza e fiducia: l’82% dei consumatori è molto attento e recettivo ai consigli dei micro e nano influencer.

Ogni social media presenta punti di forza e debolezze. È necessario scegliere quello migliore per le proprie necessità. In questo articolo, ti aiuteremo a scegliere quale social media sia più adatto a te a agli obiettivi che vuoi raggiungere.

1. Migliorare la visibilità e la presenza sui social media

Il content sotto forma di video e immagini è molto facile da vedere ed estremamente accattivante, per questo motivo il 46% degli utenti su internet preferisce conoscere un brand guardando i suoi video. Questi contenuti ricevono il 30% in più di interazioni e quasi il doppio delle condivisioni, è chiaro dunque quanto sia importante scegliere un social che li supporti.

  • Instagram è una piattaforma visual in cui puoi mostrare in modo semplice i tuo prodotti. Si tratta di un aspetto non indifferente per i brand di beauty. Le storie Instagram, una funzione che permette di mostrare l’intera esperienza prodotto, sono un grande plus: puoi mostrare unboxing, consigli per l’applicazione dei prodotti, risultati, aggiornamenti durante il corso della giornata e anche a lungo a termine. Questi contenuti spontanei in real-time sono perfetti per i micro influencer e… per Instagram. L’immediatezza permette ai micro influencer di essere quanto più autentici vogliano, il che è un asset molto interessante per brand di beauty e cosmetica.
  • YouTube è il social di riferimento per i contenuti video, che sono però prodotti ed editati in maniera profonda. Si tratta di prodotti professionali con un evidente lavoro di produzione e ricerca da parte dei content creator. Risultano, ovviamente, meno spontanei, ma più accurati. Le persone scelgono un video su YouTube in maniera volontaria, per questo motivo sono più recettivi in merito alla visione espressa dal content creator durante la presentazione. Gli YouTuber tendono a condividere molto sulla propria vita e costruiscono una relazione a lungo termine con il proprio pubblico. Il risultato è un attaccamento emozionale agli YouTuber 7 volte maggiore rispetto al resto degli influencer.

2. Creare un contenuto virale sui social media

Riuscire a rendere virale un contenuto è un obiettivo in grado di portare a molti altri ottimi risultati, principalmente a migliorare la percezione del tuo brand su tutti i social. Un contenuto virale può essere un obiettivo esso stesso.

Recentemente, L’Oréal Paris ha rilasciato il suo nuovo fondotinta: “Infallible”. Il TikTok di questo prodotto è diventato virale e milioni di persone hanno visto e interagito, rimanendo incuriosite.

@lorealparis

You inspire our #LorealParis team to keep creating great products for YOU because you are worth it! #LorealParis #lorealinfaillible #makeup #love

♬ son original – L’Oréal Paris

TikTok è un’app ancora recente, ma sta rapidamente diventando una delle applicazioni più utilizzate: in media, gli utenti utilizzano l’app per 45 minuti al giorno e il 90% di loro la apre quotidianamente.

TikTok è il riferimento per contenuti virali e di maggiore visibilità. Possiede un algoritmo ottimo in grado di consigliare i contenuti in base a ciò che piace all’utente, il che significa che le persone di solito sono molto coinvolte e interessate ai contenuti offerti. Prima del lockdown, TikTok era utilizzato principalmente dai teenager, ma da allora l’applicazione è riuscita ad attirare una notevole quantità di spettatori più anziani e influencer.

I video proposti dall’app sono molto facili e veloci da guardare. Possono essere riprodotti in qualsiasi momento e ovunque. Questo consumo rapido e costante può rendere virale il tuo brand se riesci a trovare una soluzione accattivante: un “balletto”, una challenge, una tendenza…

3. Aumentare le conversioni grazie agli influencer

Per riuscire a creare conversioni con una strategia di micro influencer marketing, devi scegliere il social media appropriato. Deve essere adatto al prodotto e al settore, ma anche al target principale e agli obiettivi del tuo brand.

Come accennato in precedenza, i brand del settore beauty hanno bisogno di content visivi e con un’estetica potente, ma questa non è l’unica cosa che farà crescere le vendite. Quando si considera l’acquisto di un prodotto, la valutazione e le recensioni di quest’ultimo giocano un ruolo enorme nel processo decisionale del consumatore. Sono molte le tattiche che possono aiutarti ad aumentare le conversioni come offrire esperienze uniche ai tuoi potenziali clienti o influencer oppure organizzare giveaway e inviare codici promozionali. Tutti questi metodi consentono ai consumatori di testare il prodotto in prima persona, seguendo e imitando il proprio content creator preferito. Una volta che il consumatore ha avuto la possibilità di testare il prodotto e di apprezzare i suoi punti di forza, il rapporto con l’influencer, oltre che con il brand, diventerà più solido e potrebbe a sua volta recensire il prodotto per invogliare altri futuri clienti all’acquisto.

4. Ottenere le recensioni dei consumatori

Il 60% dei consumatori legge articoli dei blog, guarda video o i contenuti pubblicati sui social in merito a un prodotto o un servizio prima di acquistare, in particolar modo quando si tratta di un prodotto di bellezza. Secondo uno studio di SKEEPERS il 92% dei consumatori europei consulta le recensioni quando fa shopping per prodotti di bellezza o cosmesi. Le strategie che si appoggiano agli influencer sono ottime, ma anche le recensioni sono molto importanti e non devono essere sottovalutate.

  • I blog sono fondamentali se ben strutturati, ricchi di dettagli in merito al prodotto e ai servizi dell’azienda. I blogger parlano del prodotto e della propria esperienza personale sul lungo termine. Gli articoli, spesso, sono corredati di video e immagini, i blog sono la fonte primaria di informazioni per l’industria beauty. Prima di acquistare un prodotto, i potenziali clienti tendono molto a controllare le recensioni degli altri consumatori.
  • Le recensioni sugli shop online sono molto importanti visto che la maggior parte delle persone le controlla prima di acquistare un prodotto. Nondimeno, il 94% dei consumatori sostiene che le recensioni positive incoraggiano all’acquisto. Lavorare per ottenere valutazioni e recensioni di qualità sul tuo sito e sul tuo e-commerce è fondamentale.
  • Qualunque social media tu decida di utilizzare, le campagne di micro influencer marketing creano una relazione di fiducia e vicinanza tra il brand, i content creator e le loro community. Più il tuo brand viene visto e più i consumatori vorranno acquistare da te!

Perché non clicchi sul banner per chiedere una demo della nostra soluzione Influencer Marketing?

Scopri le nostre Soluzioni