Skip to content
Logo Skeepers
Open mobile menu button
12 consigli per aumentare le vendite con il live shopping  
Live Shopping Umanizzare il customer journey

12 consigli per aumentare le vendite con il live shopping  

Martina Bonanomi 24 November 2022

Il live shopping ti consente di moltiplicare per 10 il tasso di conversione dell’e-commerce, secondo uno studio McKinsey del 2021. Lo stesso studio prevede che lo shopping dal vivo rappresenterà il 20% delle vendite online entro il 2026.  

Questa nuova modalità di vendita dell’universo e-commerce è un’enorme opportunità da cogliere per i brand per aumentare le proprie vendite.

Ma come sfruttare al meglio lo shopping dal vivo? 

Per risponderti, ecco i nostri 12 consigli pratici: gli ingredienti da aggiungere alla ricetta per il tuo successo. 

1 – Comunica bene prima delle sessioni per aumentare il numero di partecipanti 

L’efficacia del tuo live shopping verrà calcolato moltiplicando il numero di spettatori per il tasso di conversione e il carrello medio. Pertanto, una delle variabili di successo dei tuoi live è il numero di partecipanti. 

Per garantire che il maggior numero possibile di persone partecipi alle tue sessioni, è importante comunicare bene a monte su tutti i tuoi canali di comunicazione: 

  • Sito internet. Micromania ad esempio, cliente della nostra soluzione, integra il conto alla rovescia sul proprio sito, attraverso un banner. C’è anche una pagina dedicata allo shopping dal vivo.
  • Social. Utilizza le piattaforme social per mobilizzare le vostre community.
  • Emailing & SMS. Puoi anche distribuire campagne e-mail e SMS nel tuo database dei contatti.
  • Negozi.  

Per Monoprix, altro cliente della nostra soluzione, ogni live è oggetto di un programma mediatico a 360° sui social media del brand.  Monoprix punta anche sui media vicini al tema delle live: stampa femminile, stampa deco, ecc. Articoli sponsorizzati, pubblicità, tutto è fatto per massimizzare la visibilità dell’evento. 

La promozione di performance live al di fuori dei canali organici permette al brand di catturare una nuova clientela attirata dall’argomento proiettato nel live. 

2 – Trovare il giusto tempismo di trasmissione 

Devi essere in grado di individuare il giorno migliore e la fascia oraria migliore per trasmettere le tue live. Questo può avere un grande impatto sul numero di partecipanti, o anche sul tasso di conversione.   

Monoprix, per indirizzare al meglio il suo target, ha studiato diverse nicchie. Dopo alcuni test, è emerso come il martedì sera fosse il momento migliore per ottimizzare la partecipazione e il coinvolgimento del pubblico. 

Puoi anche testare diverse nicchie, in base alle caratteristiche del tuo pubblico di destinazione, ai suoi vincoli, alle sue preferenze. Identificherai rapidamente il momento migliore. 

Per completare la lettura di questo articolo, scopri come impostare una potente strategia di live shopping

3 – Scegliere i giusti canali di diffusione 

Molti clienti ci chiedono i migliori canali per la trasmissione dei live. Dipende ovviamente dai brand, ma ci sono fondamentalmente 3 tipi di canali: 

  • Il sito internet. Incoraggiamo i nostri clienti a creare una pagina dedicata allo shopping dal vivo sul sito web. Questa pagina ti permette di accedere ai live ed elencare tutti quelli passati (così come quelli a venire). 
  • YouTube e Twitch. YouTube permette di organizzare live e Twitch è una piattaforma adatta anche al live shopping. Basata su video e live chat, questa piattaforma è interessante per trasmettere lo shopping in diretta. 
  • I social. Non tutti sono adatti per lo shopping dal vivo. TikTok, ad esempio, che privilegia video molto brevi e incoraggia lo zapping, non si presta realmente allo shopping dal vivo. Instagram è senza dubbio il miglior social network al momento per trasmettere sessioni di live shopping. L’organizzazione dell’app, con il suo menu dedicato all’e-commerce, si presta molto bene a questo tipo di shopping. 

4 – Concentrati sull’autenticità e la convivialità per aumentare la fidelizzazione 

Lo shopping dal vivo offre tassi di fidelizzazione molto più elevati di quelli del negozio fisico. Un partecipante allo shopping dal vivo trascorre in media 10 minuti sulla presentazione di un prodotto! 

Come aumentare il tasso di fidelizzazione dei partecipanti? Creando dirette di live shopping coinvolgenti. Come massimizzare il coinvolgimento? Puntando sull’autenticità e la convivialità. Il live shopping non deve essere una monotona televendita o un perfetto spot pubblicitario

Lo spirito community, la convivialità, la partecipazione, gli scambi con i partecipanti sono al centro della filosofia del live shopping.  

È per questo motivo che lo shopping dal vivo soddisfa sia obiettivi relazionali (fidelizzare una community di clienti, arricchire le relazioni brand-cliente) che obiettivi transazionali. Lo shopping dal vivo consente di umanizzare i percorsi digitali dei clienti, per aggiungere più umanità nell’atto dello shopping online. 

5 – Usa le meccaniche di gamification per ottimizzare il tasso di conversione durante le sessioni  

Che i partecipanti guardino il live e condividano il loro entusiasmo nelle loro reazioni, è una cosa, che acquistino i prodotti presentati cliccando sui link trasmessi durante la sessione, è un’altra. 

Per incoraggiare i partecipanti a fare il grande passo, uno dei trucchi è quello di utilizzare un meccanismo di gamification: codici promozionali con validità limitata, offerte esclusive… Altre meccaniche possono essere sfruttate, come concorsi o lotterie. Queste tattiche, inoltre, hanno anche l’effetto di rendere i live più divertenti, arricchendo la qualità dell’animazione e quindi migliorando la fidelizzazione.  

Micromania organizza in media 10 sorteggi per live e applica e propone sistematicamente codici promozionali, come si può vedere nell’immagine seguente: 

Inoltre, distribuisce anche i codici promozionali sul suo sito web sotto forma di banner, per incoraggiare i visitatori del sito a partecipare al live. 

Presentare prodotti di punta o nuove uscite è anche una strategia a pagamento per aumentare la conversione.  

Live Shopping: un tasso di conversione più che soddisfacente 

Lo sapevi? In Europa, i tassi di conversione di una live sono in media dal 10 al 12% e possono ancora aumentare. Monoprix, ad esempio, ha tassi di conversione fino al 30%. 

Naturalmente, questi numeri sono più bassi che in Asia, dove lo shopping dal vivo è nato, dove possiamo vedere tassi di conversione fino al 60%. Ma ricorda che il tasso di conversione medio nell’e-commerce tradizionale è di circa il 2%.  

6 – Sfrutta i replay delle sessioni 

La durata dello shopping dal vivo può estendersi oltre il momento live grazie alla magia del replay che consente agli utenti di riprodurre le live ovunque e in qualsiasi momento. 

Come dicevamo prima, una buona pratica è quella di creare sul proprio sito web una pagina dedicata al live shopping sulla quale trovare tutte le sessioni.  

La pagina dei replay di Monoprix raggiunge il 10% delle visualizzazioni della pagina Fashion! Alcuni replay dei live di Monoprix hanno più di 10.000 visualizzazioni. Sarebbe un peccato privarci di questo surplus di pubblico. 

I replay possono anche essere incapsulati nelle pagine prodotto degli articoli presentati. Ciò consente di arricchire queste pagine e aumentare il loro tasso di conversione. 

7 – Invitare le personalità a intervenire e co-animare le sessioni 

Molti marchi preferiscono i presentatori interni: dipendenti, venditori, product manager, responsabili marketing… 

Il fatto di mobilitare collaboratori che non siano professionisti dell’animazione è spesso un’ottima cosa, aggiunge autenticità alle sessioni. Si tratta in genere di persone che hanno molta familiarità con i prodotti. 

Ma può anche essere interessante coinvolgere personalità ed esperti. Questo è ciò che fa Monoprix, che offre shopping dal vivo presentato da giornalisti specializzati. 

Il must è co-ospitare le sessioni di shopping dal vivo con gli influencer. Ciò permette di attrarre community che non sono necessariamente clienti del brand e quindi di aumentare il numero di partecipanti.  

Il brand di cosmesi Yves Rocher, ad esempio, realizza sessioni di Live Shopping con conduttrice Emily Monti, direttrice regionale dell’azienda. 

Yves Rocher Live Shopping
Yves Rocher Live Shopping

8 – Ottimizza l’esperienza di visualizzazione su smartphone 

Un consiglio tecnico merita davvero attenzione: non è una sorpresa, molte persone guardano lo shopping dal vivo dal proprio smartphone. Si trata all’incirca dell’80% degli spettatori. È essenziale che i live siano visualizzati correttamente sui dispositivi mobili. 

All’inizio del lancio dello shopping dal vivo nel 2021, Monoprix ha condotto dei test con una prima soluzione di live shopping che non permetteva di trasmettere in diretta su formato verticale. Questo è il motivo che ha spinto Monoprix a scegliere alla fine la nostra soluzione, in grado di adattare la trasmissione anche ai cellulari.

Questa caratteristica è lungi dall’essere un gadget … 

9 – Rendi lo shopping dal vivo un appuntamento regolare 

Questo consiglio consente di aumentare in modo sostenibile il numero di partecipanti alle sessioni di shopping dal vivo.  

Stabilire una ricorrenza è il modo migliore per trasformare il tuo live shopping in appuntamenti unificanti, rituali e imperdibili

La maggior parte dei nostri clienti annuncia i prossimi appuntamenti alla fine di ogni live.

10 – Sfruttare i tempi commerciali 

Un buon modo per sfruttare al massimo il live di shopping per aumentare le vendite è organizzare sessioni durante i periodi clou dell’anno: saldi, feste, eventi.  

Micromania, ad esempio, organizza live in occasione del lancio di nuovi videogiochi, di fiere dedicate ai videogiochi, di periodi festivi … Queste sessioni sono quelle che generano i maggiori volumi di vendite

11 – Prenditi il tempo per analizzare le prestazioni 

Questo è un classico consiglio valido per tutte le azioni di marketing, ma è sempre utile ricordarlo: bisogna sempre misurare le performance delle campagne che si organizzano

La nostra soluzione di live shopping ti permette di visualizzare nel dettaglio le statistiche di partecipazione, engagement e conversione delle tue sessioni: numero di spettatori, numero di messaggi, like, numero di aggiunte al carrello, tempo medio di visualizzazione per spettatore (retention). 

Cogli l’occasione e prenditi il tempo per analizzare i risultati dei tuoi live passati. Questo è il modo migliore per identificare le aree di miglioramento

Dì a te stesso che il tasso di conversione non dovrebbe mai scendere al di sotto del 5%. Se questo accade, è certamente perché ci sono cose che possono essere migliorate. 

12 – Reimposta il target dei partecipanti dei live shopping 

I partecipanti alle sessioni di shopping dal vivo sono in linea di principio individui abbastanza intenzionali, con una maggiore propensione all’acquisto rispetto alla media.  

Perché non reindirizzare i partecipanti allo shopping dal vivo inviandogli campagne promozionali? 

La partecipazione a una sessione di live shopping può anche essere utilizzata come trigger per attivare uno scenario di automazione del marketing. 

Puoi anche andare oltre e, ad esempio, effettuare il retargeting su partecipanti che non hanno acquistato prodotti.  

Conclusione 

Come puoi vedere, ci sono diversi trucchi per aumentare le vendite attraverso il live shopping. La loro implementazione non solo ti permetterà di raggiungere obiettivi transazionali, ma anche di migliorare la tua relazione con i clienti e aumentare la tua notorietà. 

Il live shopping è sia un potente canale di vendita che un nuovo canale di comunicazione potente e unificante. Questa è la sua forza e tutto il suo interesse per i brand. Ora tocca a te! 

This site is registered on wpml.org as a development site.