Skip to content
Logo Skeepers
Open mobile menu button
Contenuti video generati dagli utenti: 5 consigli per utilizzarli

Contenuti video generati dagli utenti: 5 consigli per utilizzarli

Juanita Solano 19 November 2021

I contenuti video generati dagli utenti, gli UGV – User Generated Video, sono prodotti filmati direttamente dai consumatori. Negli ultimi anni, grazie agli smartphone e ai social, la loro popolarità è cresciuta a dismisura.

Social media, e-commerce, newsletter… in questo articolo passeremo in rassegna alcune idee per condividere i tuoi contenuti video generati dagli utenti e ti daremo alcuni esempi concreti di come i nostri clienti li usano per incrementare le proprie conversioni.

Ecco qualche use case e consiglio per sfruttare questi contenuti creati dai tuoi utenti e clienti.

1. Pubblicare i video generati dagli utenti sulle tue pagine prodotto

Hai mai pensato di inserire gli User Generated Video nelle tue pagine prodotto per aumentare le vendite, rassicurare i clienti e migliorare la loro user experience?

Migliorare le pagine prodotto è fondamentale per la user experience

La visualizzazione delle pagine prodotto è un passaggio fondamentale all’interno della buying experience dei consumatori. Chiunque lavori nell’e-commerce lo sa. Avere delle pagine prodotto ben fatte è uno degli elementi necessari per aumentare le conversioni del tuo store online. Migliorarle e arricchirle con informazioni fresche e utili dovrebbe essere una priorità.

Ecco alcuni consigli:

  • Usa immagini reali per mostrare i tuoi prodotti. Le foto devono essere belle, in alta risoluzione e devono mostrare il prodotto da diverse angolazioni.
  • Descrivi il prodotto in modo dettagliato e coinvolgente. Enfatizza i benefici del prodotto, non soltanto i minimi dettagli tecnici.
  • Rispondi alle domande degli utenti riguardo al prodotto inserendo una sezione FAQ. Oltre ad aiutare i clienti, aiuta la SEO!
  • Rendi accessibili tutte le informazioni pratiche. Rendi ben visibili prezzo, opzioni e tempi di spedizione, metodi di pagamenti, termini e condizioni, ecc.

Una volta messi in pratica questi suggerimenti, perché non andare in profondità e migliorare davvero il tasso di conversione?

I contenuti video generati dagli utenti danno dinamicità alle tue pagine prodotto

Molti dei nostri clienti sfruttano i video generati grazie alla piattaforma di SKEEPERS Visual Contents per aggiungere dinamicità alle pagine del proprio sito online. Alcuni di loro, come Petit Bateau e Decathlon, fanno parte del mondo retail, ma i contenuti video generati dagli utenti possono essere utilizzati dalle aziende di qualsiasi settore.

Prendiamo Orao, il brand di kitesurf creato dall’azienda di articoli sportivi Decathlon. Per promuovere i prodotti sul sito, l’azienda ha pensato di coinvolgere la sua community di kitesurfer.

In che modo? Chiedendo loro di produrre degli User Generated Video, Decathlon ha sfruttato la piattaforma Visual Contents per:

  • Identificare i migliori profili grazie a un questionario.
  • Guidarli durante tutto il processo di creazione.
  • Ottimizzare il formato dei video per l’e-commerce.
  • Postare i video in modo istantaneo su tutte le pagine prodotto.
  • Analizzare l’impatto dei video sui tassi di conversioni e sulle vendite.

Il video si integra perfettamente all’interno della scheda prodotto.

contenuti video per decathlon

Grazie all’utilizzo dei contenuti video degli utenti, è stato possibile per Decathlon:

  • Aumentare l’awareness sui nuovi prodotti all’interno della community di clienti specifica.
  • Raggiungere nuovi clienti.
  • Informare, rassicurare e ispirare i consumatori.

2. Condividere i contenuti video generati dagli utenti sui social media

I contenuti video generati dagli utenti sono fatti dai consumatori per i consumatori. Sono più autentici e capaci di creare un legame rispetto ai video creati dalle aziende, i brand generated video.

Gli elementi chiave che le persone cercano sui social media sono autenticità, interazione e umanità. Sono queste cose che rendono i social adatti a condividere i video generati dai tuoi utenti e clienti.

Poi c’è il formato. Su Google, il contenuto visual svolge un ruolo di supporto. Sui social network succede l’esatto contrario: i contenuti visivi sono i più importanti. Essi sono in grado di ottenere maggiore attenzione e, quindi, di veicolare un messaggio in maniera più efficace. Se pensi che sia vero per le foto, immagina quanto siano potenti i video!

Quindi, che sia per il suo contenuto (un video fatto dai consumatori) o per il formato, gli user generated video hanno grande forza sui social media.

Un esempio è quello del nostro cliente Woodbrass. Si tratta del più grande sito di e-commerce in Francia, specializzato nella vendita di strumenti musicali, che riceve oltre 1,5 milioni di visitatori ogni mese. L’azienda produce da anni video per informare e ispirare i clienti, ma ha voluto portare questa strategia a un nuovo livello coinvolgendo la propria community di appassionati nella creazione di video da presentare al pubblico.

Contenuti video generati dagli utenti

Come Decathlon, Woodbrass ha scelto Visual Contents per produrre i propri UGC – User Generated Content video e condividerli sulle pagine prodotto più rilevanti. Oltre a pubblicarli sul proprio sito web e sulle pagine prodotto, l’azienda ha scelto di sfruttare i social media come veicolo per il proprio messaggio.

I video vengono postati sulle pagine social del brand e su YouTube.

Upload dei video in pagina YouTube

Si tratta, senza alcun dubbio, di una mossa di grande successo. I numeri parlano da soli:

  • 200 video approvati e condivisi solamente durante il primo anno di utilizzo.
  • 290.000 views complessive dei video su YouTube.
  • +5% diaumento del tasso di conversione sulle pagine prodotto utilizzando i contenuti generati dagli utenti.

Solamente nel 2020, sono stati 3 i video di Woodbrass finiti nelle tendenze dei 10 video più visti.

In più, alcuni di essi sono anche ben posizionati nelle ricerche di Google e appaiono in cima ai risultati di ricerca. Per esempio, digitando “eagletone solea” nella barra di ricerca!

Miglioramento ranking in motori di ricerca

Ovviamente, condividere i video sul canale YouTube dell’azienda non permette solamente di estendere la reach, aumenta il traffico verso il sito migliorando il ranking all’interno del motore di ricerca. Un perfetto circolo virtuoso!

3. Dare forza alle adv campaign grazie ai contenuti video generati dagli utenti

I due canali presentati finora (social e pagine prodotto) sono i più utilizzati dai nostri clienti e dai nostri partner. Ma esistono altri modi per sfruttare i contenuti video degli utenti, per esempio le campagne pubblicitarie.

Facebook, Instagram, TikTok e, ovviamente, YouTube permettono di creare video adv con i tuoi contenuti.

In questo periodo, è facile vedere quanto i consumatori siano stanchi di essere bombardati da campagne pubblicitarie e di marketing. Ecco perché è diventato estremamente importante per i brand saper gestire la pressione delle proprie iniziative di marketing sui clienti. Che si parli di annunci a pagamento o di pubblicità visive, le campagne a pagamento “classiche” stanno perdendo il loro potenziale… Mediamente, almeno: non generalizziamo!

Come si può essere certi che le campagne pubblicitarie digitali abbiano un forte impatto? Come fare per creare campagne memorabili per colpire nel segno? Come si possono migliorare i KPI delle tue adv (CPC, CPA, ecc) e il ritorno su quanto investito? Come avrai intuito, è molto semplice grazie agli user generated video!

4. Utilizzare i video per arricchire le tue newsletter

Quando si tratta di comunicare alla tua community, le newsletter restano il formato migliore. Certo, si parla sempre del declino della posta elettronica, ma non sembra essere un’eventualità all’orizzonte per ora. Le newsletter restano uno dei principali strumenti di marketing per le aziende.

Nonostante sia un medium ormai “anziano”, come molti altri ha saputo reinventarsi e adattarsi in base ai diversi trend nel corso degli anni. Sono sempre di più i brand che sfruttano i video all’interno delle loro newsletter e, più in generale, all’interno delle loro comunicazioni via e-mail.

Molti dei nostri clienti hanno avuto la geniale idea di utilizzare i contenuti video generati dagli utenti all’interno delle loro newsletter. L’azienda Yves Rocher, per esempio, ha chiesto ai propri clienti di partecipare alla creazione dei video test dei prodotti inserendo poi il risultato non solo all’interno delle pagine prodotto o sui social, ma anche nelle newsletter.

Contenuti video in newsletter

Le classiche campagne di newsletter sono state ormai superate dalle newsletter video. Analizzando le performance si nota come i video siano le “zone calde” dove si concentrano la maggior parte dei click degli utenti.

Inserendo i video all’interno delle newsletter le conversioni salgono dal 9% al 16% sulle pagine prodotto utilizzate.

5. Bonus: sfruttare le e-mail per l’abbandono dei carrelli

Se quanto è detto è vero per le newsletter, allo stesso modo è vero per gli altri formati di e-mail esistenti. In particolare, per le e-mail che richiamano il cliente che ha abbandonato il proprio carrello sul sito senza aver effettuato l’acquisto.

I negozi online sanno quanto siano grandi le perdite per abbandono del carrello, ma esiste un modo per ridurre questo fenomeno e aumentare le vendite del proprio e-commerce: inviare e-mail agli utenti dopo che essi hanno abbandonato il carrello.

Non sottovalutare la capacità dei contenuti video generati dagli utenti per migliorare le performance di vendita e ridurre il tasso di abbandono del carrello!

Perché non clicchi sul banner per scoprire la nostra soluzione e richiedere una demo?

Scopri le nostre Soluzioni