Skip to content
Logo Skeepers
Open mobile menu button
Top 5 per aumentare la tua visibilità con l’influencer marketing
Aumentare la notorietà Influencer Marketing

Top 5 per aumentare la tua visibilità con l’influencer marketing

Martina Bonanomi 9 December 2022

Sei un brand giovane e vuoi farti conoscere? Ringiovanisci il tuo pubblico, sviluppa la visibilità del tuo e-commerce o semplicemente aumenta la tua notorietà grazie all’influencer marketing!  

Nel 2022, il 90% dei marketer afferma che l’influencer marketing è un’ottima leva per sviluppare la propria visibilità (Fonte: Influencer Marketing Hub). In questo articolo, ti diamo cinque consigli per far conoscere il tuo marchio attraverso gli influencer.  

Consiglio n.1: Adotta una strategia di influencer marketing

L’influencer marketing si è affermato come leva di marketing essenziale per aumentare la notorietà e raggiungere nuovi consumatori. Gli influencer raccomandano il tuo brand ed estendono la tua visibilità attraverso i loro post sui social media.    

Il mercato dell’influencer marketing  

Il mercato dell’influencer marketing è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni e vale quasi 14 miliardi di dollari, 20 volte di più rispetto al 2015. (Fonte: HubSpot).  

Sempre più brand hanno integrato questa leva nella loro strategia al fine di aumentare la loro notorietà e di raggiungere la Generazione Z. Anche i millennials sono molto attivi su queste applicazioni, infatti sempre secondo HubSpot, 4 miliardi di persone usano i social network in tutto il mondo e circa 2 ore e mezza al giorno.  

Quali strategie per le tue campagne di influencer?

Le campagne di influencer ti consentono di creare partnership con influencer che metteranno in evidenza il tuo brand e prodotti/servizi sui loro account social. Presenteranno i tuoi prodotti alla loro community di follower e quindi ti aiuteranno a far conoscere il tuo brand.  

Gifting

Esistono diverse strategie di influencer marketing. Una di queste è il “gifting“, che consiste nell’offrire un prodotto a un influencer in cambio di post sui social. Questa pratica è molto più autentica e vantaggiosa delle campagne a pagamento. In effetti, non hai costi aggiuntivi oltre all’invio del prodotto. L’influencer non è pagato per dare la sua opinione sul tuo prodotto, il che rende la sua testimonianza più affidabile agli occhi della sua community.  

Concorsi

Come parte delle tue campagne di influencer, sempre con l’obiettivo di aumentare la tua notorietà, ti incoraggiamo a lanciare concorsi. I tuoi influencer presenteranno in un post i tuoi prodotti e permetteranno ai loro follower di vincerli in base a diversi criteri. I criteri per i concorsi possono essere quelli di monitorare l’account del tuo brand, fare post, taggare gli amici nei commenti, ecc. Tutte queste attività contribuiranno in modo significativo a far conoscere il tuo brand e ad acquisire nuovi follower sui tuoi account social.  

Consiglio n.2: Collabora con nano e micro-influencer

Il nostro secondo consiglio è quello di collaborare con influencer con community più piccole: nano e micro-influencer. Ti spieghiamo il perché.  

Gli influencer di nicchia

Nano e micro-influencer sono da preferire nell’ambito delle collaborazioni perché spesso sono specializzati in un campo. Pertanto, raccolgono una community più piccola rispetto a macro-influencer (> 100.000 abbonati) o celebrità (> 1 milione di abbonati), ma con un forte interesse nei confronti dei contenuti specifici che pubblicano. Pertanto, collaborando con loro, i tuoi prodotti hanno maggiori probabilità di sedurre i loro follower. Hanno una relazione stretta con la loro community: i loro follower li vedono come esperti, quasi amici e si fidano della loro opinione più che di quella dei macro-influencer.  

Nano e micro-influencer hanno un miglior tasso di coinvolgimento

Poiché i nano e i micro-influencer riuniscono community più piccole e si posizionano come esperti su un tema scelto, hanno tassi di coinvolgimento molto migliori rispetto ad altri influencer. Il tasso di coinvolgimento è un KPI essenziale nell’influencer marketing. Rappresenta il numero di interazioni (like, commenti, condivisioni) in relazione al numero di visualizzazioni di un post. Un post con un alto tasso di engagement significa che è indirizzato al pubblico giusto. Pertanto, i follower di quei nano e micro-influencer saranno sicuramente interessati al tuo brand e avranno maggiori probabilità di diventare clienti.  

Consiglio n.3: Fai in modo che gli influencer siano i tuoi ambassador

I vantaggi

Gli ambassador del brand sono persone che promuovono il tuo brand in modo naturale e spontaneo a chi li circonda. Gli influencer con cui collabori sono potenziali ambassador perché già raccomandano i tuoi prodotti sui loro social network.

Ecco perché conviene trasformare i tuoi influencer in ambassador:  

  • Conoscono bene il tuo brand.
  • Pubblicheranno un messaggio alla loro community, il che risulta vantaggioso per aumentare la tua visibilità e promuovere la conversione.
  • Accettano di collaborare con il tuo brand perché adorano i tuoi prodotti e/o aderiscono ai tuoi valori.
  • Andrai a consolidare una vera relazione fra influencer e brand.  

Come funziona

Per convertire i tuoi influencer in veri ambassador, devi identificare i profili con cui collabori da un po’ di tempo, propongono contenuti soddisfacenti e che corrispondono ai tuoi valori.  

Per rafforzare il tuo rapporto con questi influencer e immergerli nel mondo del tuo brand: invitali dietro le quinte e agli eventi, offrigli viaggi stampa, fagli testare i prodotti di lancio proposti in esclusiva, ecc. Infine, per creare una vera relazione, valorizzali e ringraziali. Puoi ad esempio ricondividere i loro post sui tuoi account social.    

Consiglio n.4: Diversifica i social network e i formati

Tutt’uno con il tuo target  

Oggi gli influencer sono su diversi social network e ogni applicazione ha le proprie regole e i propri codici: devi mirare dove si trova il tuo pubblico.  

Ad esempio, TikTok ha vissuto un vero e proprio boom in seguito alla crisi sanitaria e, dopo aver conquistato le giovani generazioni, ha sedotto anche i Millennials. TikTok promuove contenuti video divertenti in cui gli utenti non si prendono troppo sul serio. Mentre ad esempio Instagram offre contenuti molto più estetici in formato foto o video con Reels e Storie.  

Il nostro consiglio: sii sui social laddove è il tuo target. Non stringere collaborazioni con influencer su TikTok solo perché va di moda: sii coerente con i valori del tuo brand e lancia campagne solo quando i tuoi potenziali consumatori sono presenti sull’app.  

Innova grazie al live shopping

Importato dalla Cina, il live shopping sta attirando sempre più brand in Italia e in Europa.   

È una tecnica di vendita 100% online e una potente leva per aumentare le vendite del tuo e-commerce umanizzando il customer journey. Lo scopo del live è infatti quello di trascrivere online la stessa esperienza del negozio.  

Durante le sessioni di shopping dal vivo, gli host presentano una selezione di prodotti del tuo brand in diretta a un pubblico di consumatori. Una chat consente ai partecipanti di interagire dal vivo e di rafforzare il sentimento di vicinanza con il brand. 

Molti brand come Micromania, Monoprix o La Redoute collaborano con giornalisti e influencer per animare il loro live shopping. Infatti, se lo shopping dal vivo è un ottimo modo per interagire con la tua community di clienti, invitare un influencer ti aiuterà a raggiungere anche i loro follower, che parteciperanno volentieri a un live co-ospitato dall’influencer che amano.  

Ricordati, i follower vedono i micro-influencer come amici esperti, affidabili grazie alla forte connessione con la loro community. Invitare un influencer al tuo live shopping diventa un ulteriore modo per creare un legame profondo e duraturo con i tuoi clienti.  

Monoprix Influencer Marketing

Fonte: pagina dedicata al live shopping sul sito di Monoprix

Consiglio n.5: Lancia campagne di influencer su larga scala

Ora che conosci meglio l’influencer marketing, ti consigliamo di attuare una strategia su larga scala per massimizzare la tua notorietà. Lanciare regolarmente campagne di influencer marketing ti aiuterà a comunicare un messaggio autentico e ripetitivo.  

Per supportarti nella tua strategia, il nostro consiglio finale è quello di servirti di un valido strumento.  

Utilizza una piattaforma di influencer marketing

Secondo HubSpot, la prima difficoltà che i brand hanno nella loro strategia di influencer marketing è trovare profili di influencer. È importante collaborare con influencer che corrispondono al tuo brand, al tuo settore di attività e ai tuoi valori. Inoltre, se decidi di collaborare con micro-influencer, avrai bisogno di uno strumento per scoprire i loro profili e contattarli.

In sintesi, l’utilizzo di una piattaforma di influencer ti aiuterà a:  

  • Creare le tue campagne: definire obiettivi raggiungibili e scrivere un brief per guidare l’influencer nella creazione dei suoi contenuti. È necessario trovare il giusto equilibrio tra dare la parola all’influencer e trasmettergli le informazioni essenziali sul prodotto. 
  • Instaurare una relazione con gli influencer scegliendo i profili più in linea con le tue aspettative. Inoltre, l’utilizzo di una piattaforma ti consentirà anche di dialogare con loro in modo immediato da un unico strumento.
  • Recuperare quei post creati sui social nell’ambito delle tue campagne.
  • Analizzare e misurare i risultati delle tue campagne attraverso KPI precisi e dashboard accurati.  
2022-IT-SKP-LS-IM-WBN-Replay-webinar-strategia-digitale