Skip to content
Logo Skeepers
Open mobile menu button
Consumer Video: il segreto per la SEO e l'e-reputation di un‚'azienda
Consumer videos Migliorare la propria e-reputation

Consumer Video: il segreto per la SEO e l'e-reputation di un‚'azienda

Tutti i brand cercano di migliorare la propria visibilità nei motori di ricerca e la propria reputazione online. Come? In questo articolo vedremo come e perché utilizzare i video dei consumatori (Consumer Video) per migliorare il posizionamento naturale (SEO) e l’e-reputation aziendale. 

Video UGC, il formato preferito dagli utenti di Internet

Il video, il re dei formati

Il formato video è diventato un must sul web e ancor più sui social network. Chiave di volta del marketing virale, il video spopola ovunque. 

È il formato più coinvolgente, più popolare tra gli utenti e più efficace per trasmettere un messaggio. Piattaforme quali TikTok, Instagram e Facebook lo hanno capito perfettamente. 

E le cifre parlano da sole: 

  • Il 78% degli utenti del web visualizza i video almeno una volta alla settimana e il 55% ogni giorno (fonte: Alioze).
  • Il 96% dei consumatori dichiara di aver aumentato il proprio consumo di video dopo la pandemia (fonte: HubSpot).
  • L’88% dei consumatori ritiene che i contenuti video siano una fonte affidabile di informazioni.
  • Per il 90% dei consumatori, il video aiuta a prendere una decisione d’acquisto.
  • Il 60% degli utenti acquista un prodotto dopo aver effettuato una ricerca su YouTube (fonte: Think With Google).

Il successo dei video dei consumatori (User Generated Video, UGV)

Ma quali sono i video più popolari online? Va detto che i video altamente sofisticati prodotti dai brand sono molto meno popolari tra gli utenti di Internet rispetto ai video girati dai consumatori.

Spesso brevi, girati con uno smartphone, a volte semi-improvvisati, i video dei consumatori attraggono per la loro autenticità e semplicità: un consumatore condivide la sua esperienza su un prodotto o un servizio, con un tono naturale e spontaneo.

Video YouTube, test e testimonianza di un cliente del brand Woodbrass

Questi video appartengono alla grande famiglia degli User Generated Content o contenuti generati dagli utenti. Proprio come le classiche recensioni dei clienti, che si trovano in tutto il web e sui siti e-commerce. 

Il successo dei video dei consumatori si spiega con la combinazione del formato più popolare (il video) e di contenuti autentici che piacciono e generano fiducia (gli UGC).

Oggi è difficile elaborare una strategia di marketing online senza considerare questo potente strumento costituito dai video dei consumatori. Soprattutto perché ora è possibile decentralizzare e industrializzare la produzione di “User Generated Video” utilizzando una piattaforma come quella che ti proponiamo: Consumer Videos. La produzione di video non è più sinonimo di investimenti onerosi e di lavoro dispendioso in termini di tempo.

Ad esempio, uno dei nostri clienti, Consobaby, una piattaforma comunitaria che riunisce più di 4,5 milioni di genitori, genera e distribuisce oltre 100 nuovi video al mese con un budget limitato.

Vediamo come i video dei consumatori possono aiutarti non solo a rafforzare l’e-reputation del tuo brand, ma anche a migliorare la tua strategia di posizionamento naturale sui motori di ricerca (SEO)

I video dei consumatori al servizio della tua strategia SEO e della tua e-reputation

User Generated Video ed e-reputation 

L’e-reputation del tuo brand si riferisce alla percezione che i consumatori hanno del tuo marchio sui canali digitali. In poche parole, è la reputazione online del tuo brand.

Tutti i contenuti pubblicati online che parlano del tuo brand influiscono sulla tua e-reputation, in una misura o nell’altra. Tuttavia, i contenuti che hanno maggior peso sono quelli diffusi dagli stessi consumatori, in particolare le recensioni dei clienti, sia in forma scritta che sotto forma di video.

Esempio di consumer video su una scheda prodotto del marchio Lightonline

Sia le recensioni video che quelle scritte trovano spazio in una strategia di e-reputation. Consentono ai consumatori che cercano informazioni su un brand, un prodotto o un servizio di saperne di più e di rassicurarsi. Sono un segno di fiducia. In gergo, questi elementi sono detti “elementi di riassicurazione”.

Le recensioni video dei clienti possono essere pubblicate sul proprio sito web o sito e-commerce. I video dei consumatori sono, nello specifico, un ottimo modo per migliorare il tasso di conversione delle schede prodotto. Possono inoltre essere condivisi

  • Sul proprio canale YouTube.
  • Sui propri social network: Instagram, TikTok, Facebook…
  • Nelle campagne di marketing via e-mail e in altre newsletter.

La nostra piattaforma Consumer Videos ti permette di gestire la produzione video dalla A alla Z: 

  • Reclutamento di clienti ambassador.
  • Condivisione di brief con i clienti partecipanti. 
  • Post-produzione: montaggio, aggiunta di sottotitoli, musica senza royalty, ecc.
  • Distribuzione di video sul sito web, su YouTube e sui social network.

User Generated Video & SEO

Gli User Generated Video prodotti dai tuoi clienti possono essere diffusi sulle schede prodotto per migliorare la conversione e sui social network per migliorare la reputazione online. 

Ma i video dei consumatori hanno anche un’altra utilità: la SEO. A prima vista è difficile stabilire un legame tra strategia SEO e User Generated Video. Ma pensandoci bene, è evidente. 

Molti dei clienti della nostra piattaforma Consumer Videos utilizzano i video dei consumatori per migliorare la loro visibilità su Google e su YouTube, due dei principali motori di ricerca.

Facciamo un esempio concreto. Eagletone è un brand di chitarre. Digitando “Eagletone test” su Google, i primi risultati sono i video dei consumatori pubblicati sul canale YouTube di Woodbrass. I video dei consumatori permettono al brand di posizionarsi ai primi posti su Google.

Posizionamento naturale del marchio Woodbrass grazie ai video Test e recensione di un cliente

Questa produzione di video contribuisce a migliorare il posizionamento per ricerche intenzionali come “testimonial + nome prodotto”, “recensione + nome prodotto” o “test + nome prodotto”. Per questo tipo di richiesta, gli User Generated Content sono il non plus ultra.

Se stai pensando di utilizzare i video dei consumatori come strumento a servizio della tua strategia di ottimizzazione naturale per i motori di ricerca, ecco cosa devi fare: 

  • Analizzare il volume e la concorrenza delle parole chiave interessate. Per farlo, puoi utilizzare uno strumento SEO come Semrush. 
  • Verificare la presenza di un inserto video nelle richieste di destinazione. Questo è generalmente il caso delle richieste “recensione/test/testimonianza + nome del prodotto”.
  • Una volta caricati i video dei consumatori sul tuo canale YouTube (i video devono essere caricati su YouTube per apparire nei risultati di Google), occupati di ottimizzare i titoli, le miniature e i metadati (descrizioni, tag, ecc.).

3 consigli per gestire efficacemente i tuoi video dei consumatori

Condivideremo con te 3 consigli per produrre video dei consumatori di massa con la partecipazione dei tuoi clienti ambassador.

1 – Selezionare accuratamente gli ambassador partecipanti al programma

Affinché la tua strategia di User Generated Video abbia un impatto positivo sull’immagine del tuo brand e sulla tua reputazione online, occorre prestare attenzione a reclutare clienti che apprezzino il tuo marchio e i tuoi prodotti. Da qui l’importanza di mettere in atto un programma di reclutamento. In questo modo potrai controllare chi si unisce al tuo programma di video dei consumatori.

Destina la tua campagna di reclutamento ai clienti con un alto livello di soddisfazione. È molto semplice se si utilizza un indicatore come il Net Promoter Score (NPS). 

Puoi gestire la tua campagna di reclutamento direttamente dalla nostra piattaforma Consumer Videos: invio di e-mail di invito, profilazione tramite un questionario di qualificazione, casting video. 

2 – Brief dettagliati

I video dei consumatori non sono prodotti in un modo qualsiasi. Spetta al brand, a te, definire il quadro di riferimento: 

  • I prodotti di cui i consumatori devono parlare nelle loro testimonianze.
  • Linee guida per le testimonianze.

Ovviamente, è necessario lasciare ampio spazio alla spontaneità e alla creatività dei partecipanti. L’idea non è quella di dire ai tuoi clienti cosa devono fare! Non sono degli attori. Il brief non è una sceneggiatura, ma deve essere l’occasione per fornire dettagli importanti sulla natura del video, sulla sua durata e sui dettagli tecnici (riprese, illuminazione, ecc.). 

3 – Non trascurare la fase di post-produzione

I video dei consumatori non vengono trasmessi nel loro stato grezzo. Sono ottimizzati aggiungendo sottotitoli, musica royalty-free, migliorando l’immagine e l’audio, ecc. È importante dedicare del tempo all’ottimizzazione dei video dei consumatori per ottenere un alto livello di qualità.

Anche in questo caso, l’intera fase di post-produzione può essere gestita direttamente dalla nostra piattaforma Consumer Videos.

Vari tipi di video dei consumatori

Esistono, naturalmente, video dei consumatori in cui un consumatore condivide la sua opinione o la sua esperienza su un prodotto o un servizio. È soprattutto di questi che vogliamo parlare in questo articolo. Tuttavia, è bene ricordare che questo non è l’unico formato possibile. 

Puoi utilizzare i video dei consumatori per migliorare la tua reputazione online e la SEO sfruttando i seguenti formati complementari/alternativi: 

  • Video “how to”, ovvero i tutorial in cui i consumatori mostrano come utilizzare il prodotto.
  • Video d’ispirazione, in cui i consumatori si filmano mentre utilizzano il prodotto in diretta. Pensa, ad esempio, ai video in cui si vede una persona che utilizza la sua GoPro.
  • Video di unboxing, in cui il consumatore spacchetta i prodotti inviati dal brand e condivide le sue prime impressioni…

La reputazione online di un brand passa sempre di più dalle recensioni dei clienti pubblicate online e dai video degli utenti (o degli influencer) pubblicati sui social network. Per questo motivo, la creazione di un programma video dei consumatori ha perfettamente senso. È una nuova corda da aggiungere al tuo arco.

Come abbiamo visto, anche gli “User Generated Video” hanno un ruolo da svolgere nella strategia SEO. Per alcuni dei nostri clienti, la SEO è addirittura l’obiettivo principale.

Ecco, quinid, due buoni motivi per lanciarti nell’avventura degli User Generated Videos.

<!–[if lte IE 8]>
<![endif]–>2022-IT-SKP-CV-LS-CTA-BC-LaRedoute
hbspt.cta.load(20304540, ‘2be20bac-4ac0-42aa-bb09-7f79ee93a0cc’, {“useNewLoader”:”true”,”region”:”na1″});